Terza stazione

Poetarum Silva

Di SONIA CAPOROSSI

La mia pelle
Guaina di carne
Sensazioni fluidificate
È composta dal miracolo
Dei suoi strati – arcobaleno
Specchio infranto e disagiato
Di sostanza immateriale
Ciò che noi ricchi mortali
Conosciamo sordamente
Come scudo antidolore
che desquama
tristemente
nell’orrore

View original post 982 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...