Bologna In Lettere: serata di premiazione dei premi speciali e segnalazioni il 29/09

Inaugurazione della nuova stagione di eventi Sabato 29 settembre alle 17.30 c/o Millenium Gallery in Via Riva di Reno 77/a. Vi aspettiamo

CRITICA IMPURA

View original post

Annunci

Lunedì 8 dicembre ore 13.00, “Più Libri Più Liberi”: presentazione dell’antologia “Poeti della Lontananza”

Vermena Voice: il nuovo progetto poetico di Francesco Terzago su Vermena, Youtube, Critica Impura e in Moonstone

CRITICA IMPURA

Vermena, il blog del poeta Francesco Terzago, mette a disposizione di Moonstone: suoni e rumori del vecchio e del nuovo millennio, la trasmissione di musica alternativa e letture poetiche condotta da Sonia Caporossi, in onda ogni lunedì su RCM – Radio Centro Musica dalle 21 a mezzanotte, le registrazioni che compongono la sua nuova iniziativa, ‘Vermena Voice’. Nell’arco dei prossimi mesi Francesco Terzago leggerà per voi i testi poetici di decine di autori diversi, mettendoli a disposizione su Vermena, su YouTube, su Critica Impura e, in onde radio, all’interno di Moonstone di Sonia Caporossi.

Seguite il progetto tramite i seguenti link:

http://vermena.blogspot.it/

https://www.youtube.com/user/FrancescoTerzago/feed

Moonstone: suoni e rumori del vecchio e del nuovo millennio, ogni lunedì dalle 21 a mezzanotte su http://www.radiocentromusica.it

In FM su:

ITALIA 93.700 – 107.200 – 87.500 – 96.50 – 87.750
EUROPA 97.100
STATI UNITI 97.100
AMERICA LATINA 97.100

Per contatti: moonstone@radiocentromusica.it

View original post

:: Stupeus: La festa e la lontananza – Recensione-intervista a Sonia Caporossi e Antonella Pierangeli, curatrici dell’antologia “Poeti della lontananza” (Marco Saya, 2014) a cura di Federica D’Amato

Liberi di scrivere

poeti_lont_copertinaPoeti della lontananza è il titolo – felicissimo – che le critiche letterarie Sonia Caporossi e Antonella Pierangeli hanno scelto per un’antologia appena pubblicata dalla Marco Saya Edizioni. Titolo felice perché evocativo non solo il piglio acustico e originario della tradizione poetica occidentale, ma nello specifico perché riferito a un’alterità che tra le pagine si fa tema e metodo: principio agglutinante la lingua d’esilio dei poeti antologizzati, e vera e propria “festa della critica” a cui Sonia ed Antonella fanno approdare il lettore con le loro ricognizioni ermeneutiche. Sette i poeti che tra queste pagine si scambiano il testimone della lontananza, in quell’”atletica dell’esilio” forgiata dal fuoco vivo del dialetto, dal fuoco calmo del ricordo. Omar Ghiani, Domenico Ingenito, Francesco Terzago, Antonio Bux, Ianus Pravo, Michele Porsia, Alessandro De Francesco declinano così una eterogenea fenomenologia dell’assenza, espressa da esperienze scrittorie certo cangianti, sebbene accomunate da un compatto principio di distanza…

View original post 3.833 altre parole